Risvegliarsi in uno strano posto (Italian Edition) - Eric Arvin, Laura di Bernadino
"“Questo è il Giardino dell’Incredulità. È così che tutti lo chiamano da quando si ha memoria. Ma anche qui, ci piace la nostra teatralità, non è vero?” Joe la guardò, sperando che si spiegasse.

“Sono atei, tesoro,” disse senza mezzi termini, indicando la massa di dormienti. “Loro non credevano in una vita ultraterrena. Niente di niente. Così, quando sono morti, questa convinzione d’incredulità si manifesta loro… bene, finiscono qui, e restano distesi ignari della loro esistenza fino a quando…”

“Fino a quando si svegliano,” Joe finì la sua frase"