Cinder - Marie Sexton (07.01.15 - 07.01.15 - Reading Challenge 2015 #02)

Cinder (Italian Edition) - Marie Sexton, Laura Di Berardino

Sicuramente tutti noi siamo cresciuti a pane e cartoni, nel mio caso sono cresciuta anche a film Disney, ricordo che li guardavo per ore e li amavo, avrei passato ore e giorni a vederli, tra i vari titoli "Cenerentola" era di sicuro uno dei miei preferiti, da ragazza (anche se maschiaccio) vedevo come un sogno poter diventare principessa e pensare che una sfigatella e poveretta come la protagonista poteva non solo farla pagare alla matrigna e alle diaboliche sorellastre ma anche diventare principessa era qualcosa di magico, soprattutto per una bambina timida e non certo tra le più popolari a scuola. Ricordo ancora ora le ore passate a vedere quel cartone fantasticando allegra ed è per questo che quando ho scoperto che ci sarebbe stata una versione M/M di Cenerentola e per lo più scritta da Marie Sexton sono andata in brodo di giuggiole.

Cinder è una storia breve (appena 92), il protagonista è Eldon Cinder, un giovane che dopo aver perso la madre e il padre in un incendio è stato costretto a vivere con la zia Cecile e le due cugine Jessalyn e Penelope. Proprio come nella storia originale il giovane non viene amato dalle 3 donne di casa che lo maltrattano e lo costringono a comportarsi come un servo al pari degli altri sguatteri della casa. Durante una battuta di pesca però la vita di Cinder cambia improvvisamente, al fiume infatti compare un ragazzo misterioso che Cinder scoprirà essere il principe del regno, il ragazzo si chiama Augustus Alexandre Kormelius Xavier Redmon detto più semplicemente Xavier, il giovane principe si è recato in quel paesino per riuscire a trovare una moglie per poter così diventare in futuro il re. Il principe farà subito amicizia con Cinder e i due, insieme al cagnolone Milton passeranno molti giorni insieme, questa vicinanza porterà entrambi a provare sentimenti molto forti per l'amico. Il soggiorno del principe purtroppo giunge al termine molto presto e Cinder ahimè non riesce a presentarsi all'ultimo appuntamento presso il fiume per salutare così l'amato principe, quando il giovane sembra però disperato e sembra non ci siano più speranze sarà una strega (al quale il giovane era solito lasciare del pesce fuori dalla sua grotta) a proporre a Cinder di rivedere Xavier anche se.... in un modo un po' bizzarro. Riuscirà Cinder a salutare il principe come tanto desiderava? Riusciranno i due a coronare il sogno d'amore e confessare i propri sentimenti?

Beh essendo un racconto breve evito ulteriori spoiler anche se sicuramente tutti si ricordano la fiaba e immaginano già il famoso Happy Ending tutta via non dico altro.

Il racconto mi è davvero piaciuto molto, credevo sarebbe stato difficile a non essere banali, mi aspettavo fin da subito una versione uguale all'originale con semplicemente due "principi" e non un principe e una principessa invece la Sexton è stata abilissima e ha creato una storia che si ispira a Cenerentola in molti aspetti e riesce allo stesso tempo ad essere una storia nuova e molto bella. Come al solito lo stile della Sexton mi è piaciuto molto e la traduzione a mio avviso è stata fatta molto bene. La storia è molto carina anche se... manca qualcosa... mi sarebbe piaciuto piutosto un libro da150 pagine con arricchite alcune situazioni ad esempio farci capire come i due si sono innamorati, passare del tempo assieme a una persona pescando beh, non è certo il modo migliore per innamorarsi, mi sarebbe piaciuto capire come il principe aveva risolto il problema finale (non vi dico quale per non spoilerare), avrei voluto entrare nella testa di Xavier magari anche solo con un capitoletto dal suo punto di vista nel finale, capire come il principe possa essersi innamorato di Cinder.... se posso infatti capire che Cinder odiato da tutti si sia innamorato della prima persona che l'ha trattato con umanità mi pare difficile capire perchè un principe sia diventato non solo gay (non a caso è lì per cercare una moglie non un marito) ma anche come si sia innamorato di questo ragazzo insomma avrei voluto capire qualcosa in più. Mi rendo però conto che è una storiella, una fiaba e quindi è normale che non ci sia chissà che psicologia quindi evito le inutili polemiche.

Come detto precedentemente la rielaborazione della storia mi è piaciuta e ho adorato la presenza del cagnolone Milton, troppo dolce e carino! Mi sento quindi di consigliare questo racconto, nonostante il costo (3,49 euro)