Tutto quello che non vedevo (Italian Edition) - Cindy Sutherland

Questo M/M era da parecchio nella mia TBR, ricordo che fin da subito la trama mi aveva colpito facendomi sperare in una storia intensa e ben sviluppata con molta cura nella descrizione degli eventi narrati e dell'introspezione dei protagonisti, ho quindi iniziato la lettura convinta di ritrovarmi di fronte un romanzo delicato e attento alla psicologia di Josh e Sam, senza troppi triangoli o colpi di scena, un romanzo più realistico e verosimile, capace di emozionare proprio grazie alla componente umana e invece... no...
Dopo un inizio interessante che mi aveva anche coinvolta e intrigato tutto si perde, metà romanzo è di fatto inutile e ci presenta personaggi che non rivedremo più per il corso della storia, che fanno una piccola comparsa di poche righe e che hanno la profondità di una pozzanghera e sono utili solo per smuovere un po' le acque in modo forzato e ridicolo, speravo di ritrovare momenti delicati, anche un pizzico drammatici, avrei voluto vedere piuttosto la sofferenza dei due giovani sconvolti da un evento inaspettato e drammatico, avrei voluto vedere anche un po' di cattiveria, con l'amico che per il dolore si rivolta inizialmente contro l'altro amico per aver rischiato la sua vita, avrei voluto vedere emozioni più umane e intense, personaggi che portano e porteranno il segno di quello che è successo un po' come succede nella vita reale, la storia di fatto essendo verosimile si prestava molto all'introspezione soprattutto se con POV alternati per comprendere fino in fondo il percorso di guarigione e soprattutto la nascita dell'amore tra i due ragazzi. C'era molta carne al fuoco e si poteva fare di più invece ci si riduce al clichè del ragazzo etero che per terribili sensi di colpa inizia a pensare "Non è che mi piace il mio migliore amico e sono diventato gay tutto d'un colpo?" questo pensiero nasce così, a caso, tra un intromissione del classico fidanzato stronzo del ferito e l'infermiera impicciona, così, tanto per, e il tutto si conclude ovviamente con l'happy ending dolcetto dove tutti si vogliono bene, l'amore trionfa essendo ovviamente entrambi innamorati, tutti hanno ottenuto quello che volevano e la vita è più colorata e luminosa che mai. Per metà libro ho provato noia, tanta noia, tanto che ho portato avanti la lettura per quasi un mese nonostante l'ebook fosse corto e tutto perchè mi limitavo a leggere una paginetta e spegnere l'e-reader per... noia! La parte centrale è noiosissima e sapendo fin da subito come finirà, che lui si riprenderà e scoppierà l'amore e bla bla bla, non sei neanche invogliato a continuare la lettura desiderando quasi di smettere di leggere e lasciare il tutto a metà. Solitamente io sono una amante dei libri lunghi di solito qualche paginetta in più in un romanzo non stona mai permettendo ulteriori approfondimenti nella storia in questo caso avrei invece preferito una novella di 100 pagine, il libro ha 175 pagine e posso assicurare che si potevano tagliare benissimo a 100 (forse anche meno) e di certo il romanzo ne avrebbe giovato risultando più scorrevole, meno pesante e soprattutto più interessante e senza tempi morti.
Insomma non mi è piaciuto, non mi sento di bocciarlo completamente avendo letto di peggio però almeno a mio avviso non vale più di 2 stelline e mezza (tanto che non mi sento neanche di arrotondare a 3). Una bella occasione purtroppo sprecata.