La leggerezza del principe - Leta Blake, Keira Andrews, Cristina Fontana

Ho aspettato con impazienza l'uscita di questo libro, la trama mi sembrava originale ed intrigante e la storia narrata sembrava essere perfetta per una fiaba che associata al genere M/M che adoro rendeva la lettura un must, capace forse di farmi ritrovare la magia provata nel leggere "Bruto" di Kim Fielding . Ho iniziato con gioia la lettura, con ottime aspettative che purtroppo si sono completamente infrante. Sapevo che ci potevano essere delle "lacune" essendo la storia sviluppata come racconto breve e avendo appena 100 pagine, non mi aspettavo certo un approfondimento psicologico nei minimi dettagli viste le premesse però avrei voluto vedere qualcosa almeno! La storia è... inconsistente, leggera come Efrosin potremmo dire, inizialmente sembra quasi non esserci, per dare spazio a parti più erotiche e poi viene ammassata completamente nel finale rendendo tutto simile a un minestrone. I personaggi non sono caratterizzati al meglio e anzi sono piuttosto piatti così come il loro rapporto. Posso capire che non è semplice cercare di creare un rapporto tra i due in 100 pagine ma neanche puoi farmeli limonare allegramente nel giro di neanche 20 paginette senza neanche essersi presentati o detti ciao... seriamente ok che Efrosin non ha gravità sentimentale o come vogliamo chiamarla però Dmitri è un essere umano alla fine e almeno lui dovrebbe avere un po' di senno o almeno poteva avere un minimo di carattere... Vedere due personaggi che interagiscono soltanto saltandosi addosso e che quasi non condividono emozioni o sentimenti in particolare mi ha lasciato triste e molto delusa. Nonostante abbia apprezzato la resa delle scene erotiche descritte molto bene e anche intriganti avrei di gran lunga preferito che non ci fossero state, le avrei sacrificate senza problemi per lasciare quelle pagine alla conoscenza tra i due, alla creazione di un rapporto di amicizia e poi di amore, sarà forse il mio lato romantico a parlare ma mi riesce difficile cogliere la bellezza dello scontatissimo lieto fine di zucchero e cannella se ste due a malapena sanno il nome uno dell'altro. La storia così come i protagonisti è lasciata molto a se stessa, ci vengono buttati addosso frammenti di trama per spiegarci il motivo delle maledizioni dei due giovani e per dare un contentino al lettore più esigente ma il tutto con molta fretta, quasi a voler giustificare il finale e la "liberazione" dei due, avrei voluto vedere un combattimento finale con la strega che ha causato i malefici, vedere i due ragazzi affrontarla e dimostrare il loro amore uno per l'altro invece... il tutto si riduce a una scena ridicola e completamente affrettata e priva di senso che libera come per magia i due protagonisti dalla maledizione... così a caso, qualcuno si chiede il perchè di tutto ciò? No! Dov'è finita la strega? No! Se mai potrà tornare a maledire nuovamente i due? No! Non che mi aspettassi il realismo ma... WTF? Non puoi ridurmi 3/4 del libro a sesso,sesso,sesso e poi concludere la vicenda in modo affrettato, ridicolo e no sense! Questa cosa mi ha... deluso... tantissimo! Vorrei poter dire che qualche pagina in più avrebbe giovato alla lettura dando spessore ai personaggi e alla storia ma qui la volontà manca del tutto, non si tratta di una storia sviluppata e affrettata per mancanza di tempo e personaggi descritti frettolosamente per risparmiare pagine, qui proprio manca il senso della storia, se fosse una fan fiction avrebbe sicuramente il tag "Porn with plot" essendo appunto più che una bella favoletta un escamotage per descrivere scene erotiche e aggiungere una storiella per intrattenere e non cadere nel PWP. Quindi, delusione... non mi sento di mettere meno di 3 stelle essendo alla fine una lettura godibile, essendo scritta bene e avendo apprezzato la descrizione delle scene più hot ma rimane un M/M mediocre e che non mi ha lasciato praticamente niente, non ho empatizzato con nessuno dei personaggi trovandoli tutti odiosi, inutili e vuoti, si salva un po' quel povero santo di Geoffry ma solo perchè è il meno peggio e anche la storia alla fine è priva di un contenuto che ti spinga anche solo a dire "Wow lo rileggerò di sicuro tra qualche anno" questo libro finirà sicuramente nel dimenticatoio, quasi me ne sono già scordata e avendolo anche comprato mi secca... molto... non mi sento quindi di consigliarlo, leggetelo solo se non avete di meglio o come me ci avete speso i soldi e vi scoccia non approfittare del vostro acquisto in caso contrario potete trovare di meglio