Alla ricerca di Zach - Rowan Speedwell, Niccolò Cortelazzo
"Cerco di non pensarci, ma il poco che mi hai detto mi spezza il cuore, amore mio. Mi fa impazzire. Sapere che hai dovuto subire tutte quelle cose, cose che non riesco neanche a immaginare, e ciononostante uscirne tutto intero…”
“Be', non proprio. Ora sono tornato più o meno tutt'intero,” mormorò Zach contro il suo collo, “ma ci sono voluti anni di terapia.”
“Lui non è riuscito a spezzarti.”
Zach si sottrasse. “Certo che sì. Mi sono spezzato, Taff. Mi sono sottomesso, ho fatto ciò che mi chiedeva, sono stato quello che ha voluto che fossi. Mi aspettavo di non uscire mai più da lì; mi aspettavo solo di morire, prima o poi. Come fai a dire che non è riuscito a spezzarmi?”
“Perché, scemo, quando ti si è presentata un'occasione, l'hai colta al volo. Non saprei dirti quante volte ho visto della gente rinunciare alle occasioni, spaventati dal rischio, spaventati all'idea di essere coraggiosi. E loro non erano in una situazione spaventosa come la tua. Diavolo, io stesso delle volte ho preferito non correre il rischio, perché avevo paura. E non si trattava di vita o morte – solo di… solo di vita.” Si scostò e prese di nuovo il viso di Zach tra le mani; i suoi occhi castani cercavano con ansia quelli di Zach. “Un uomo spezzato non avrebbe mai tentato di uccidere Esteban,” disse, la voce agitata. “Un uomo spezzato non ci avrebbe neanche pensato. E tu – tu l'hai fatto. Hai colto l'occasione. E ce l'hai fatta. Tu hai vinto. Lui ha perso. E non devi permettere che ciò che ti è accaduto ti fermi, mai più.""