Seven Days: Friday → Sunday - Rihito Takarai, Venio Tachibana

Che dire? Non mi è piaciuto. In questo manga troviamo una storia che nella sua idiozia e imbecillità poteva avere uno spiraglio di originalità (anche se piccolissimo), una possibilità che viene fin da subito completamente ridicolizzata mettendoci di fronte un Pinco Pallo senza palle che così a caso friendzona qualsiasi tipa gli capiti a tiro dopo una settimana di "conoscenza", per l'esattezza qualsiasi tipa gli chieda di uscire il lunedì mattino....Perché? Quale motivo ti spinge a uscire con una ragazza per poi friendzonarla la domenica? Sei caduto dal seggiolone? Sei stato picchiato dalla mamma? Mistero! Un Pinco Pallo che decide di farsi prendere in giro dal suo senpai (al quale ha rivolto la parola una volta nella vita e di cui a malapena conosce il nome) accettando la proposta giocosa di quest'ultimo di uscire insieme. Proposta fatta palesemente per prenderlo in giro e umiliarlo e a cui chiunque con briciolo di cervello avrebbe risposto con un "Come ti permetti? Neanche se ghiaccia l'inferno Strunz!!" Lo turba il fatto che lui teoricamente è etero e che il senpai in questione ha un pene? Ovviamente no... perché dovrebbe visto che lo friendzonerà a fine settimana? Tanto vale uscire insieme e perdere tempo e denaro prezioso. Una premessa già di per se idiota che viene ancora di più ridicolizzata in quanto fin da subito si nota come ste due cretini non abbiano la minima idea o voglia di stare insieme e abbiano scelto di farlo per mancanza di palle uno e per noia/curiosità perversa l'altro. Il primo volume è il nulla, i due che escono a mangiare, che si vedono giusto qualche secondo a scuola... e... olè... 3 giorni volati nell'etere, pagine sprecate, minuti della mia vita che non ritorneranno mai più. Questo secondo volume quindi migliora le cose? Ironicamente si... perché effettivamente la vicenda acquista spessore diventando emozionante ed interessante? Assolutamente no... le cose migliorano per lo sfruttamento senza pietà di una condizione umana ovvero il classico "Prendi un essere umano, dagli una data di scadenza e quest'ultimo impazzirà arrivato a pochi giorni dalla data X iniziando ad andare in paranoia" una condizione che coinvolge il 90% degli esseri umani....ed è il motivo per cui questo volume ti acchiappa e riesce a farti provare qualcosa. Arriviamo al venerdì e il protagonista si rende finalmente conto che DEVE fare QUALCOSA e soprattutto che mancano solo più due giorni alla fine di questa...cosa/relazione/scommessa/boh e olè PARANOIA! Inizia ad esserci così tanta ansia e finto angst da spingerti a provare con la forza emozioni che non proveresti mai diversamente. Inizi a renderti conto che le pagine stanno per finire, che sei vicino alla data fatidica ed essendo umano empatizzi e ti fai prendere dall'ansia a tua volta, dall'angoscia provando FINALMENTE un'emozione e riuscendo anche ad apprezzare in minima parte l'opera. Mi è sembrato di fatto di vivere una settimana di vacanza, la classica settimana in cui sei a casa e puoi fare quello che vuoi e giorni prima fantastichi su questa settimana, fai programmi e progetti, ti prepari psicologicamente a quello che farai e non farai e quando arriva... per i primi 3 giorni non fai NULLA... proprio come nel primo volume del manga nella tua vita non succede nulla, zero, NADA DE NADA e a te sta pure bene perché sei vacanza e pensi "Ma si... c'è tempo" per poi arrivare al giovedì sera e olè... PARANOIA "Domani è venerdì... poi sarà sabato... poi domenica e il lunedì! Oddio è la fine del mondoooo" ed è così che con un tentativo idiota di rimediare al tuo sbaglio mortale ti ritrovi a condensare programmi infiniti in appena 48 ore... così questo manga in cui negli appena 3 giorni restanti di narrazione, nelle appena 200 pagine si cerca di inserire tutto quello che prima non esisteva. Si cerca di dare un senso al protagonista e spiegare (senza riuscirci) il perché accetta di uscire con chiunque respiri, si cerca di farlo sembrare dolce e tenero, una povera anima candida che viene giudicata dal mondo solo per il suo aspetto fisico quando in realtà rimane un uomo senza palle che non sa dire un "No, non mi interessi, non esco con te" un uomo con così tanto coraggio da cancellare letteralmente il ricordo della persona con cui è uscita, cancellando diabolicamente il numero di telefono della tizia e ignorandola senza pietà, un comportamento maturo e responsabile, segno di candore e coraggio. Si cerca di spiegare il perché del comportamento del senpai e farci capire che inizia a provare un minimo di sentimenti per mr ghiacciolo tanto da avere paura di arrivare alla domenica ed essere friendzonato. Viene inserito a forza un personaggio inutile e odioso che mi ha fatto salire il renzismo, una tizia che fa la spola da un fratello all'altro, cambiando letto in base all'umore, la "fidanzata" del fratello di mr coraggio che dovrebbe essere il terzo incomodo, fare preoccupare il lettore per la love story più poraccia del mondo ma che ahimè riesce soltanto a farti venire il nervoso e desiderare la sua morte, una tizia che si comporta come una poco di buono (per essere educati) e se la prende a male quando l'ex amante fa gli occhi dolci a un ragazzo con cui esce da una settimana e non a lei. E la posso anche capire visto che ste due sono affiatati come me e la mia bilancia! E poi... via di momenti angst/imbarazzanti con il senpai che prima propone al suo futuro marito di andare a uno spettacolo la settimana dopo e poi rendendosi conto della cavolata che ha appena detto, del fatto che presto diventerà per il tizio un signor nessuno e che il suo numero di telefono verrà cancellato come il suo ricordo, invece di farsi rimborsare i biglietti preferisce dare un calcio alla povertà, strapparli con disperazione e inquinare l'ambiente gettandoli al vento in una scena teatrale e così triste da far venire il latte alle ginocchia con lui che piagnucola un "Tanto non serviranno" una scena che francamente mi ha fatto ridere come una tredicenne. Inutile dire che finisce bene e troviamo un happy ending ancora più senza senso dell'intera storia con i due ragazzi che ops sono innamorati e tutto in una settimanaaaa... che strano... sono solo usciti due volte e quest'ultima uscita è andata malissimo in quanto finita con la roccambolesca fuga di uno dei due, super geloso e triste per aver visto la ex del partner e poi.... si sono solo visti a scuola come qualsiasi studente eppure c'è l'ammmore... questa si che è una storia struggente e credibile. Ok... non dovrei parlare di realismo ma... almeno le emozioni, almeno azzeccare quelle! Non puoi fare un primo volume in cui i due a malapena conosco alla fine della terza giornata il nome dell'altro, che non cercano neanche di uscire insieme con uno dei due che pensa "Ma dovremmo uscire? Stiamo uscendo?" e poi farmeli stare insieme, con l'altro che dice "Non voglio più essere il tuo senpai, non voglio diventare mister nessuno ma stare con te 4ever, tvtttttb, tadb" a fine settimana dopo che si sono baciati per contentino solo due volte e solo per far sospirare le fujoshi... aveva senso un finale aperto del tipo "Ehi, questa settimana è stata una merda ma forse possiamo provare a uscire insieme per davvero stavolta" un finale che poteva donare un minimo di senso alla storia, senza per forza regalarci la love story dolcetta oppure perché no... osare e fare un bad ending e far capire che la storia tra i due poteva esserci ma non c'è stata per colpa dei ragazzi troppo immaturi e idioti... sarebbe stato carino ad esempio rivedere i due ragazzi in un capitolo a parte dopo anni decisi questa volta a provare ad uscire insieme seriamente e senza il limite dei 7 giorni. Il risultato è stato... deludente. Che altro dire... è stata una completa delusione, non avevo molte aspettative ma ci tenevo a leggerlo e mi è dispiaciuto vedere come dei disegni, uno stile fantastico della mangaka siano andati a farsi benedire. Non mi sento di consigliarlo a nessuno e anzi piuttosto che leggere questa duologia vi consiglio Ten Count, una serie molto diversa nei temi ma con più spessore e soprattutto INTERESSANTE!! Un'opera che ha dimostrato come l'autrice sia riuscita a migliorare se stessa e a creare finalmente qualcosa di bello!!