Il ragazzo con la valigia - Chris Ethan
"Il denaro che riceveva alla fine di ogni transazione gli restituiva solo la metà della sua dignità. Lasciava l’altra metà alle sue spalle, quando si congedava dai clienti. Qualcuno avrebbe potuto pensare che, poco a poco, avesse perso tutta la dignità, e il fatto di averne ancora, in effetti, riusciva sempre a sorprenderlo.
Ma quello, per lui, era l’unico modo di guadagnare. Per risparmiare, comprarsi le medicine e togliersi dalla strada, ci voleva sacrificio. Che importava se sacrificava anche la sua anima e tutto ciò che era? Era un giovane prostituto ma ciò non significava che gli piacesse. Sapeva come attirare e sedurre, come piacere e soddisfare, ma questo non voleva dire che godesse condividendo sudore e fluidi con gli estranei. Comunque, quella era la sua vita ormai. Non ne era orgoglioso, ma quale senzatetto lo era dopotutto"